Contributi per l'autonoma sistemazione dei cittadini interessati da ordinanza di sgombero, a seguito del sisma del 24 agosto 2016

ULTIME DISPOSIZIONI

Con Ordinanza del Capo Dipartimento Protezione Civile n. 614 in vigore dal 19 novembre 2019, modificata con successive ordinanze del Capo Dipartimento di Protezione Civile n. 650 e 670 del 2020, sono stati introdotti nuovi requisiti e l’obbligo di presentazione di dichiarazione sul mantenimento del Contributo di Autonoma Sitemazione.

Lo stato di emergenza è stato prorogato al 31 dicembre 2021 (D.L. 189/2016 e successive modifiche e integrazioni); di conseguenza tale dichiarazione dovrà essere presentata da ogni nucleo o singolo cittadino percettore del Contributo entro il 15 gennaio di ogni anno, pena la decadenza dal contributo stesso.


NORMATIVA DI RIFERIMENTO
I contributi di autonoma sistemazione (C.A.S.) sono previsti dall'art. 3 dell'Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile n.388/2016 in favore della popolazione colpita dal sisma del 24 agosto 2016.

Possono usufruire del contributo di autonoma sistemazione le famiglie o il singolo cittadino, proprietario, affittuario o comodatario, la cui abitazione è stata sgomberata in seguito a provvedimenti emanati dalle competenti autorità.

Con Ordinanza n. 408 del 15 novembre 2016 Art 5, il Contributo Autonoma Sistemazione è stato elevato, a partire dalla data di entrata in vigore della suddetta Ordinanza, a un massimo di 900 euro mensili.
Nel dettaglio il contributo è pari a:
400 euro per i nuclei familiari composti da una sola unità;
500 euro per quelli composti da due unità;
700 euro per quelli composti da tre unità;
800 euro per quelli composti da quattro unità;
900 euro per quelli composti da cinque o più unità.
Se nel nucleo familiare sono presenti persone di età superiore ai 65 anni, o portatrici di handicap, o disabili con una percentuale di invalidità non inferiore al 67%, come già disposto dall'Ordinanza 388/2016, è concesso un contributo aggiuntivo di 200 euro mensili per ciascuna persona, anche oltre il limite massimo dei 900 euro mensili previsti per famiglia.

Ordinanza n. 388 2016
Ordinanza n. 408 2016

Il contributo viene corrisposto a seguito di presentazione di specifica istanza dei soggetti interessati, anche in rappresentanza dei rispettivi nuclei familiari da rendersi in forma di autocertificazione ai sensi del D.P.R. 28/12/2011 n. 445, utilizzando gli appositi modelli che sono a disposizione presso l'Area Diritti di Cittadinanza - Servizio Politiche abitative - via Oberdan 119, e pubblicati di seguito.
 
Modello domanda contributo autonoma sistemazione sisma 2016
Dichiarazione di permanenza dei requisiti
Modello dichiarazione del proprietario
Ordinanza n. 614/2020
Ordinanza n. 650/2020
Ordinanza n. 670/2020

La domanda va presentata al Comune entro il 15 gennaio 2021
• presso lo Sportello Unico Integrato (ex Sportello del Cittadino) Piazza della Repubblica, 8
• presso l’Area Diritti di Cittadinanza – Servizio Politiche Abitative – Via Oberdan 119
• inviate a mezzo PEC: comune.foligno@postacert.umbria.it
• inviate a mezzo posta

A chi rivogersi:
Area Diritti di Cittadinanza
Servizio Politiche Abitative
Indirizzo: via Oberdan 119

Orario di apertura al Pubblico
dal lunedì al venerdì dalle 10:00 alle 12:00
previo appuntamento telefonico al numero 320 4317248

Dirigente Area Diritti di Cittadinanza
Dott.ssa Sandra Ansuini

Elvira Masciotti
Telefono: 0742 346029
mail: politicheabitative@comune.foligno.pg.it
Fax: 0742 352354

IL COMUNE
Entra in Comune
AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE
Comune di Foligno
ALBO PRETORIO
Area ufficiale di consultazione
SUAPE
Sportello Unico Attività Produttive ed Edilizia
PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI
Comune di Foligno
STREAMING
Sedute Consiglio Comunale