Una particolare disciplina è prevista per coloro che sono di fatto impossibilitati a votare. I cittadini ciechi, amputati alle mani, affetti da paralisi o da altri impedimenti di analoga gravità, esercitano il diritto di voto con l'aiuto di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, di un altro elettore volontariamente scelto come accompagnatore purchè l'uno o l'altro sia iscritto in un qualunque Comune della Repubblica.

Gli elettori affetti da grave infermità fisica che hanno bisogno dell'assistenza di un altro elettore per esprimere il proprio voto, possono chiedere al Comune di iscrizione elettorale l'
annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante apposizione di un timbro sulla tessera elettorale. 

Occorre presentare all'Ufficio Elettorale, insieme alla tessera elettorale, la certificazione rilasciata dall'ASL che attesta l'impossibilità di esercitare autonomamente il diritto di voto. 
La certificazione viene rilasciata, in presenza dell’elettore interessato, presso gli Ambulatori ASL durante gli orari indicati nella comunicazione di seguito allegata e durante le giornate di consultazione referendaria.

Manifesto
Comunicazione USL Umbria 2 - Apertura ambulatori per rilascio certificazioni

Gli Uffici dell’USL raccomandano di portare ogni eventuale documentazione clinica ritenuta opportuna per la valutazione (es. invalidità civile, referti specialistici), nonché un documento di identità valido.