La città di Foligno ha svolto per anni una funzione di cerniera tra il nord e il sud dell'Italia, tra il Mar Tirreno e il Mare Adriatico, qualificandosi come polo commerciale ed importante nodo stradale. Percorso, attraverso i secoli, da viaggiatori e pellegrini, verso Roma, Firenze o Loreto La sua posizione geografica, nel cuore della Valle Umbra, circondata da una corona di monti e colline, ha alimentato l'immagine della sua centralità, come un'isola in un mare o il calice di una rosa i cui petali sono costituiti dalle città limitrofe, addossate alle colline.

La sua forma ovale, circondata dalle mura, l'ha fatta paragonare ad un ombelico: come il Tempio di Apollo a Delfi, come Roma, o come Gerusalemme, centri del mondo antico e poi della cristianità.

Più prosaicamente si racconta che a Foligno si trovi un bar centrale, al cui centro sta un biliardo con in mezzo un birillo: proprio lì si troverebbe il centro del mondo. Quel bar non c'è più, così come il biliardo e il birillo. Lu centru de lu munnu, però, non si è spostato: è rimasto qui a Foligno.